Cittadini in Ascolto - La Spezia

Progetto atto a promuovere strategie endogene e sostenibili di sviluppo di comunità attraverso la cultura dell'Auto Mutuo Aiuto come metodologia di azione solidale.
 
IndiceCalendarioGalleriaFAQCercaLista utentiGruppiRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Il Facilitatore A.M.A.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Mara Olivieri
Admin


Messaggi : 46
Data d'iscrizione : 19.02.16

MessaggioOggetto: Il Facilitatore A.M.A.   Ven Mar 04, 2016 9:32 am

Facilitatore è il termine che indica la persona che nel gruppo si mette a disposizione e contribuisce attraverso capacità personali e operazioni metodologiche.
Lo scopo del facilitatore è quello di agevolare lo scambio delle ricchezze soggettive e di valorizzare gli aspetti del gruppo.

La sua utilità va percepita anche in base ai diversi momenti che il gruppo sta vivendo nel perrcorso di sviluppo delle sue potenzialità.
Vi sono delle qualità importanti che una persona che intende fare il facilitatore di un gruppo, possiede o deve sviluppare e migliorare durante la sua pratica diretta e per essere d’auito a coloro che vi partecipano.

In generale:



- Ha fiducia nelle possibilità intrinseche del gruppo di crescere

- Ha fiducia nei singoli membri del gruppo e delle loro potenzialità

- Sa ascoltare e fa sì che le persone si ascoltino

- È empatico e promuove l’empatia tra i partecipanti

- È accettante, non giudica e promuove nei partecipanti atteggiamenti, comportamenti , linguaggi non giudicanti

- Deve aver raggiunto un certo grado di adattamento rispetto al problema specifico è in grado di parlare delle sue esperienze personali

- Preferisce essere testimone piuttosto che maestro



Il facilitatore, partecipando a un gruppo AMA, viene inglobato nel processo di cambiamento dello stesso, maturando assieme agli altri, un percorso di valorizzazione di sé e delle proprie capacità
La persona che intende iniziare un percorso all’interno di un gruppo AMA nella veste di facilitatore esterno che non condivide il problema degli altri partecipanti al gruppo ma svolge questo compito per fare  un’esperienza di volontariato o per altro interesse personale, accetta di entrare un una dimensione di maturazione personale continua.

In pratica, il facilitatore  catalizza e facilita la comunicazione, tutela le dinamiche di gruppo, cura all’interno del gruppo l’accoglienza dei nuovi partecipanti ed è di aiuto nei momenti critici del gruppo.
Il suo ruolo dovrebbe essere sempre attivo, ma indiretto, per questo motivo deve sviluppare autonomia e non creare dipendenza.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 
Il Facilitatore A.M.A.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Cittadini in Ascolto - La Spezia :: Spazio Pubblico :: L'Auto Mutuo Aiuto-
Andare verso: